Il blog dei Musei Civici
di Varese
a cura di SULL'ARTE

 

STEMMA H colore comune

 

varesecultura

 

sullarte     

 

 

 

Seguici anche suinstagram

 

frattini-motta-sciabalon-1935Angelo Frattini
Motta Sciabalon, 1935

Questa piccola terracotta, alta poco più di 50 cm, fu donata ai Musei Civici di Varese dallo stesso Frattini nel 1973. Lo scultore rappresenta qui una figuretta maschile, nell'atto del camminare con le mani in tasca, ripresa più volte in diverse versioni. Si tratta in questo caso di un bozzetto, probabilmente la versione originaria della serie dedicata a questo personaggio, realizzato nell'ultimo periodo milanese dell'artista appena uscito da Brera, prima dunque di fare ritorno a Varese. Una vena realistica ma altrettanto ironica e divertita percorre la piccola scultura la cui identificazione è ancora oggetto di ipotesi. Silvano Colombo definì il Motta "ritratto di un facchino varesino dal piede sciabalàto", tuttavia Sara Fontana sostiene che forse il curioso soprannome si riferiva al mitico Sciabalone, un personaggio appartenente all'immaginario napoletano che rappresenta un uomo magrissimo vestito con abiti sovrabbondanti. Un personaggio forse incontrato dallo stesso Frattini durante il suo soggiorno napoletano in giovane età.

Se vuoi saperne di più, consulta il catalogo del Museo e in particolare la scheda a cura di Sara Fontana.

Visit

Questo sito utilizza Cookies per fini statistici e di analisi del traffico. Cookies Policy