Il blog dei Musei Civici
di Varese
a cura di SULL'ARTE

 

STEMMA H colore comune

 

varesecultura

 

sullarte     

 

 

 

Seguici anche suinstagram

 

labo2

IMPARO & MI DIVERTO racconta il nostro modo di lavorare con i bambini e i ragazzi.
Scopri con noi quante cose si possono fare al museo!
 

Per tutte le informazioni pratiche consulta Istruzioni per l'uso.

 


Sei un insegnante?

Porta i tuoi studenti alla scoperta dei nostri musei. Conosceranno dipinti e sculture, impareranno la storia attravero l'arte e scopriranno Varese.

Fai clic sulle immagini per scaricare i libretti in formato pdf

 

museidivarese didattica nidi museidivarese didattica infanzia primarie museidivarese didattica secondarie museidivarese didattica risorgimento
Didattica Nidi

Didattica Infanzia
e Primarie
Didattica Secondarie
1° e 2° grado
Didattica
Risorgimento

 


Siete una famiglia?

Il museo è il posto giusto dove portare i bambini!
Una domenica al mese abbiamo l'appuntamento che fa per voi: visite guidate a misura di bambino e laboratori artistici.
Non solo! Un sabato al mese potrete divertirvi con i nostri laboratori in inglese.

Fai clic sulle immagini per scaricare le locandine in formato pdf

masnago hocus lotus 2015
Hocus & Lotus

 

 


Vuoi trascorrere un compleanno speciale?

Vieni al Castello di Masnago e organizza la tua festa! Tu e i tuoi amici diventerete per un giorno signori del castello, scoprendo i suoi segreti e vivendo una magica avventura.
E per una festa diversa dal solito, prenota il tuo compleanno in inglese.

Fai clic sulle immagini per scaricare i libretti in formato pdf

 museidivarese compleanni castello  museidivarese compleanni storytelling
Feste di compleanno

Feste di compleanno
in inglese

 


Segui tutte le nostre attività...

orangerie 001 monetC’è un posto magico a Parigi per chi ama la pittura di Monet, è il Musée de l’Orangerie. Il nome tradisce l’originale destinazione dell’edificio, che non era certo quella di ospitare opere d’arte ma alberi di arance. La serra fu infatti progettata nel 1852 da Firmin Bourgeois – e completata da Ludovico Visconti – per riparare gli aranci del giardino delle Tuileries durante l’inverno. Motivo per cui la parete sud, affacciata sulla Senna, fu disegnata interamente vetrata per raccogliere la luce e il calore del sole.

Leggi tutto...

Illustrated by Komako Sakai

kato meadow 001kato meadow 002Un giorno di primavera, Yuchan raggiunge il fiume durante una gita e lì, inseguendo una farfalla dalle ali arancioni e nere, si allontana. La farfalla vola leggera sopra al prato e la bimba la insegue, finchè all’improvviso il vento inizia a soffiare forte. La farfalla scompare e l’erba, ondeggiando, avvolge la bimba che, spaventata, ha voglia di piangere. Attorno a lei, tanti rumori: scricchiolii, gorgoglii, fruscii, ronzii... il fiume che mormora in lontananza... Yuchan ha paura. Poi una voce la chiama e la bimba incontra il sorriso della mamma che sa sempre dove ritrovarla.

Le illustrazioni magistrali di Komako Sakai ci rendono chiaramente l’atmosfera del racconto e ci trasmettono quasi la temperatura della giornata primaverile, attraverso la scelta del colore predominante, il verde chiaro. Pennellate leggere per rendere il paesaggio e contorno a pastello per focalizzare le figure principali.

storytelling lab logoUn libro che riesce a raccontare in modo esemplare grandi emozioni e ci invita alla contemplazione della bellezza della natura in tutte le sue forme.

willems bird 001Gerald è un elefantino grigio con gli occhiali, ansioso e prudente. Piggie è una maialina rosa, vivace e curiosa. Gerald e Piggie sono migliori amici, o meglio: sono un’esilarante coppia di amici.

Gerald e Tina sono gli irresistibili protagonisti della serie di storie e libri a loro intitolata, creata da Mo Willems, autore ed illustratore americano. Hanno tutto il ritmo e la comicità di un cartone animato, da leggere rigorosamente ad alta voce e magari in coppia! L’autore ha infatti realizzato circa 20 titoli della serie, famosissima tra i bambini americani.
I protagonisti ricordano i cartoon e il testo posto all’interno dei baloon rimanda immediatamente al linguaggio del fumetto. La grafica è essenziale e pulita e le avventure davvero coinvolgenti, poiché tutti i bambini sperimentano l’amicizia e si scoprono reciprocamente, proprio come Gerald e Piggie.

In questa avventura, nello specifico, Gerald e Piggie se la devono vedere con una famiglia di uccellini piuttosto birichina…

Leggi tutto...

07 monet masango 2 ott 16Domenica 2 ottobre si è tenuto il primo appuntamento delle serie “Quattro per quattro. 4 domeniche | 4 libri | 4 sale | 4 artisti” al Castello di Masnago.
Complice un’estate che sembra non volerci ancora abbandonare, è stato possibile progettare una parte dell’ incontro all’esterno: il parco Mantegazza, ai piedi del Castello, è magnifico e particolare in ogni stagione dell’anno perché conta molte specie di alberi di provenienza e caratteristiche differenti e ha offerto uno scenario ideale per introdurre nel tema i nostri piccoli ospiti e i loro genitori.
Sono arrivati in tantissimi per partecipare a questo pomeriggio speciale in cui il protagonista è stato Claude Monet, il padre dell’Impressionismo francese, e il suo giardino di Giverny.

05 monet masango 2 ott 16Così, dopo un primo momento di conoscenza, siamo partiti tutti insieme alla scoperta del parco: una passeggiata in mezzo alla natura, con il sole che penetrava tra gli alti arbusti, ci ha permesso di conoscere e riconoscere piante dai nomi talvolta buffi come “l’albero dei fazzoletti” o il “Ginkgo Biloba” e fare incetta di souvenir naturali come le castagne giganti cadute dell’ippocastano sui sentieri che attraversano il parco.

08 monet masango 2 ott 16

Leggi tutto...

"Se possedete una biblioteca e un giardino, avete tutto ciò che vi serve" diceva Marco Tullio Cicerone. Anche qualche dipinto con cui arredare la nostra memoria, aggiungeremmo noi.

03 monet libriCon questa idea abbiamo progettato la nuova stagione delle Domeniche al Castello: quattro appuntamenti in cui ascoltare la lettura di un albo illustrato e conoscere un nuovo artista, senza perdere di vista la ricchezza conservata al Castello di Masnago, né farci scappare la possibilità di lavorare con le nostre mani.

Partiamo il 2 ottobre, dal parco Mantegazza: quale luogo migliore per provare ad assaporare l’atmosfera del giardino di Monet a Giverny?
Protagonista della nostra lettura sarà l’albo Oltre il giardino del signor Monet di Giancarlo Ascari e Pia Valentinis, edito da Lapis; ci sono anche altri testi, però, che potrete leggere con i vostri bambini, se siete appassionati di questo artista o dell’arte dei giardini:

  • Stefano Zuffi, con illustrazioni di Massimiliano Aurelio, I maestri dell’arte. Claude Monet. La storia illustrata dei grandi protagonisti dell’arte, edito da Ilsole24ore
  • Beppe Ramello, con illustrazioni di Marco Rostagno, Come si fa un giardino, edito da Allemandi

Intanto non perdete l'appunatmento di domenica 2 ottobre alle ore 15.30 al Castelo di Masnago. Vi aspettiamo!

04 monet nel giardinoClaude Monet nel suo giardino di Giverny.

dunklee elizabeth 001Elizabeth è una bambina adorabile, ha una paperetta per amica e un nonno fantastico, ma soprattutto ama il proprio nome. Le piace il fatto che sia composto da nove lettere e le piacciono tutte le cose che riesce a fare mentre pronuncia il proprio nome, scandendolo. E c’è anche una regina che porta il suo nome!

Ma assolutamente non sopporta quando le persone la chiamano con un nomignolo!!
Lizzy? Beth? Betsy?
Nessuno di questi nomi è appropriato!

Elizabeth sopporta la frustrazione in silenzio finché un giorno d’autunno trova la forza di cambiare le cose, una volta per tutte.

dunklee elizabeth 002Con il piglio e l’energia di un’eroina, Elizabeth punta letteralmente i piedi e chiede rispetto per il proprio nome: Il mio nome è E - L - I – Z – A- B –E –T – H!
Ma qualcuno l’avrà ascoltata?

My Name is Elizabeth! È un picture book che racconta di comunicazione e rispetto e dell’importanza fondamentale del proprio nome, primo indice della propria identità, unica e speciale.
storytelling lab logoLe illustrazioni, una combinazione di penna ed inchiostro, gouache e tecniche digitali, sono rese in soli tre colori: nero, arancione e blu e fanno da contrasto alla pagina bianca.

4 9 16 locandina klein

Prima di andare in vacanza vi ricordiamo il prossimo appuntamento con le Domeniche d'estate.

Vi aspettiamo il 4 settembre alle ore 15.30 al Castello di Masnago con una nuova lettura nel parco e un laboratorio creativo. L'attività si svolgerà anche in caso di maltempo... perché “La fantasia è un posto dove ci piove dentro”.

Intanto vi auguriamo buone vacanze di sole e... ci vediamo a settembre!


(L'immagine è tratta da: Fausto Gilberti, Yves Klein, Corraini)

Può una tecnica secolare sorprendere e affascinare chi è nato tra computer e cellulari?
Chiedetelo alle classi prime, seconde, terze, quarte e quinte di Cavallirio, un comune del novarese.

2016affresco 002Immersi nella storia che avvolge il la sede del Museo, i bambini di questa scuola hanno visitato la Sala degli svaghi e quella dei vizi e delle virtù, le due sale affrescate più importanti del Castello di Masnago, imparando la tecnica dell'affresco e i temi rappresentati sulle pareti. I più grandi hanno poi approfondito la visita toccando con mano grassello, sabbia, pigmenti e gli altri materiali che compongono l'arriccio, l'intonaco e la superficie pittorica.

2016affresco 005

Leggi tutto...

art max labo 01storytelling lab logoArt and Max are friends. Art (Arthur) is a big lizard with three assistants and Max is a skinny little reptile. Art and Max share an interest in painting: Arthur is an accomplished painter, while Max is a beginner.

Max wants to paint just like Art, and the grumpy elder agrees, informing his friend “Just don’t get in the way.” When Max asks what he can paint, Art suggests himself. Unfortunately for him, Max takes this advice literally and Max finds himself covered in oils, turned into pastels, and eventually nothing more than a mere outline of his former self.

Leggi tutto...

primavera 2016 002La primavera è arrivata e il Castello di Masnago si riempie di colori e di piccoli visitatori provenienti da tutta la provincia. Questa settimana i protagonisti sono stati i bambini delle classi blu, gialla, verde e rossa della scuola dell'infanzia di Azzate.
Divisi in due turni, hanno portato una ventata di sorrisi e di sfumature nelle sale del Museo.

Dopo una tappa di rito sotto la torre, ha avuto inizio il viaggio fra le quattro stagioni dell'anno, raffigurate sulle pareti o nei quadri della collezione. Analizzando colori e tecniche, i bambini hanno compreso come si trasformino cielo, chiome degli alberi e montagne in base alla luce del sole e al variare delle condizioni climatiche. Ogni anno, il grigio impenetrabile riflesso dalla neve di De Bernardi, lascia spazio ai colori brillanti e al cielo limpido di Bossoli. L'affascinante quadro divisionista di Pellizza da Volpedo e quello del primo Balla, si sono trasformati in una vera e propria caccia ai colori delle stagioni!

Leggi tutto...

Visit

Questo sito utilizza Cookies per fini statistici e di analisi del traffico. Cookies Policy