Il blog dei Musei Civici
di Varese
a cura di SULL'ARTE

 

STEMMA H colore comune

 

varesecultura

 

sullarte     

 

 

 

Seguici anche suinstagram

 

libro mariconi barbaro 00002

“Barbaro” di Renato Moriconi, Gallucci Editore

#teloleggoperchè

Perché una mamma dovrebbe “leggere” questo libro a suo figlio? La risposta è semplice: non dovrebbe.
Moriconi è riuscito a creare una storia avvincente e appassionante, in grado di non far staccare gli occhi dalle sue pagine, solo attraverso immagini.

Il bambino, ma devo ammetterlo, anche l’adulto, si trova catapultato in una pagina bianca, lineare ed essenziale, sulla quale un barbaro, vestito di pelli, cavalca un agile destriero. Insieme i due saltano ostacoli, sconfiggono mostri senza mai cambiare l’espressione felice e fiera che li contraddistingue sin dall’inizio, ma improvvisamente tutto cambia. Due pagine bianche segnano la svolta, il barbaro apre gli occhi e…Quello che viene rivelato è davvero inaspettato.

Anche il formato allungato si presta al ritmo costante e quasi melodico dei balzi del cavallo, che sale e scende da una pagina all’altra (già questo è un indizio del finale). I disegni e i colori acquarellati sono sorprendenti e ben curati: è possibile distinguere la nitidezza del barbaro in groppa al suo destriero e la sfocatura degli altri personaggi (altro indizio?).

Non aggiungo atro e vi lascio al libro di questo grande autore, che nel 2014 ha anche vinto il premio Monteiro Lobato de Literatura Infantil.
Buona “lettura”.

 

Visit

Questo sito utilizza Cookies per fini statistici e di analisi del traffico. Cookies Policy