Il blog dei Musei Civici
di Varese
a cura di SULL'ARTE

 

STEMMA H colore comune

 

varesecultura

 

sullarte     

 

 

 

Seguici anche suinstagram

 

storytelling lab logoIllustrated by Bruce Ingman

“Once there was a pencil, a lonely little pencil, and nothing else.
It lay there, which was nowhere in particular, for a long long time.
Then one day that little pencil made a move, shivered slightly,

quivered somewhat … and began to draw”.

pencil 002E la matita disegnò un bambino, di nome Banjo, che chiese poi alla matita di disegnare un cane – Bruce e questi chiese alla matita di disegnare un gatto, dando il via alla più classica delle cacce.
Banjo, Brice e Mildred, questo il nome del gatto, si lanciano così alla scoperta della città insieme alla loro creatrice, la matita.

La creazione del pennello da parte della matita rende colorato il prosieguo dell’avventura e tutto fila liscio finché le prime lamentele non creano scompiglio: “I shouldn’t be smoking a pipe, said Granpa”.

Dopo qualche esitazione la matita disegna …. una gomma! A questo punto sono tutti felici fino a quando si rendono conto che l’eccitazione della gomma sta cancellando tutto, inclusa la matita!
Non starà esagerano, forse? Il finale riporterà l’ordine stabilito e serenità.

pencil 003Una storia semplice e divertente ma al tempo stesso piena di significati: un racconto sulla creazione, l’individualità e l’importanza di avere un’identità ben definita.

E forse anche il messaggio che non serve sempre cancellare… dagli errori possono nascere nuove creazioni e nuove identità.

 

 

Visit

Questo sito utilizza Cookies per fini statistici e di analisi del traffico. Cookies Policy