Il blog dei Musei Civici
di Varese
a cura di SULL'ARTE

 

STEMMA H colore comune

 

varesecultura

 

sullarte     

 

 

 

Seguici anche suinstagram

 

A leggere Kurt Vonnegut, a dar retta a quello che dicevano di lui, quello che viene da pensare è che era un uomo buono. Uno che provava a mettere le cose a posto, facendo quello che sapeva fare nella maniera migliore possibile. E quello che sapeva fare era scrivere storie e parlare alla gente. Aveva un talento incredibile e lo metteva a disposizione. I suoi discorsi di commiato ai neolaureati statunitensi sono così ben fatti e così carichi di fiducia e consigli preziosi e senso dell'umorismo che li hanno raccolti in un libro. Questo libro si chiama Quando siete felici, fateci caso.
Che anche solo quello è un buon consiglio, no?

kurt-vonnegutMa tornando a mio zio Alex, che ormai è in paradiso. Una della cose che trovava deplorevole negli esseri umani era che si rendevano conto troppo raramente della loro felicità. Lui invece faceva del suo meglio per riconoscere apertamente i momenti di benessere. Capitava che d'estate ce ne stessimo all'ombra di un melo a bere limonata, e lo zio Alex interrompeva la conversazione per dire: "Cosa c'è di più bello di questo?".
Fatene il vostro motto: "Cosa c'è di più bello di questo?".
Ecco il primo favore che vi chiedo. Adesso vene chiedo un altro. Lo chiedo non solo alle neolaureate ma anche a tutti gli altri qui riuniti, familiari e insegnanti. Vi sto per fare una domanda, e dopo voglio che alziate la mano.
Quanti di voi hanno avuto un insegnante, in qualunque grado di istruzione, che vi ha resi più entusiasti di essere al mondo, più fieri di essere al mondo, di quanto credevate possibile fino a quel momento?
Alzate le mani, per favore.
Adesso abbassatele e dite il nome di quell'insegnante a un vostro vicino, e spiegategli cosa ha fatto per voi.
Ci siamo?
Cosa c'è di più bello di questo?

L'insegnante di cui ho fatto il nome quando tutti abbiamo ricordato i nostri bravi insegnanti una volta mi chiese: "Cosa fanno gli artisti?". Io farfugliai qualcosa.
"Fanno due cose", disse lui. "Primo, riconoscono che non possono mettere in sesto l'intero universo. Secondo, fanno in modo che almeno una piccola parte sia esattamente come dovrebbe essere. Un mucchietto di argilla, un rettangolo di tela, un pezzo di carta o quello che sia".
Tutti noi abbiamo lavorato tanto e bene, per far sì che questi momenti e questo posto siano esattamente come dovrebbero essere.

Kurt Vonnegut. Quando siete felici, fateci caso. Minimum fax, 2015.

Visit

Questo sito utilizza Cookies per fini statistici e di analisi del traffico. Cookies Policy